Skip to content

Offerta impianto fotovolatico da 6KWp senza accumulo


Realizzazione Impianto fotovoltaico da 6KWp (6000 Wp generatore fotovoltaico) senza accumulo composto da:

  • modulo fotovoltaico policristallino 60 celle da 250Wp – n. 12;
  • inverter SolarEdge SE3000 – n. 1;
  • ottimizzatori SolarEdge – n. 24;
  • quadro DC (quadro stringhe indipendenti 600Vcc) – n. 1;
  • quadro AC (quadro corrente alternata) – n. 1;
  • struttura di montaggio completa di staffe e due regolazioni, per tetti inclinati con tegole.

Prezzo dell’impianto installato chiavi in mano compreso il costo della pratica GSE

€ 10.550,00 + Iva 10%

(esclusa eventuale pratica per l’autorizzazione paesaggistica)


informazioni utili:

I moduli fotovoltaici maggiormente utilizzati possono essere monocristallino o policristallino. Il nome deriva dalla struttura dei cristalli di cui è fatta, il monocristallino ha cristalli di silicio orientati tutti in una unica direzione e il modulo è formato da diverse celle di dimensioni 15×15 cm, mentre il policristallino è costituito da cristalli di silicio orientati in modo casuale e per questo viene chiamato “policristallino”. Il monocristallino raggiunge la massima efficienza quando i raggi del sole raggiungono perpendicolarmente le celle, in quanto i cristalli sono orientati in una unica direzione, mentre il policristallino a parità di incidenza dei raggi del sole ha una efficienza inferiore, dovuto all’orientamento casuale dei cristalli.Questo loro apparente difetto è, invece, il loro punto di forza, infatti il modulo fotovoltaico policristallino non deve aspettare che il sole sia perpendicolare ad esso per arrivare alla produzione massima, ma produce anche in condizioni di luce minore, raggiungendo nell’arco della giornata una produzione di energia elettrica superiore al monocristallino. Infatti con qualsiasi inclinazione arrivino i raggi solari ci sarà sempre una notevole quantità di cristalli orientati in maniera ottimale.
Praticamente il monocristallino raggiunge l’eccellenza se viene installato con delle strutture che gli
consentono di orientarsi in direzione del sole (proprio come fanno i girasoli), mentre il policristallino riesce comunque ad avere nell’arco della giornata, se correttamente installato, un’ottima produzione, anche superiore al mono.

l'immagine mostra due pannelli fotovoltaici il primo a sinista con celle di colore nero è definito monocristallino il secondo a destro formato da celle di colore blu e definito policristallino

Le due tipologie di modulo si presentano con delle differenze facilmente riscontrabili anche da i non addetti ai lavori:
MONOCRISTALLINO: ha una cella di colore scuro di formato 15×15 cm, quasi nera, uniforme con gli angoli smussati e presenta dei rombi bianchi tra una cella e l’altra.
POLICRISTALLINO: ha una cella di colore blu non uniforme o a chiazze, di forma quadrata e non sono presenti zone romboidali bianche tra le celle. Con il policristallino abbiamo anche la possibilità di avere dei moduli colorati, quindi con un minore impatto ambientale, possono essere:

l'immagine mostra tre tipi di pannelli fotovoltaici. Uno di colore verde il secondo di colore rosso mattone e il terzo invece trasparente per essere posto sopra pergolati o superfici vetrate